Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Biologi finalmente nelle Professioni Sanitarie. Approvato il Ddl Lorenzin !!!

Biologi finalmente nelle Professioni Sanitarie. Approvato il Ddl Lorenzin !!!

Il Senato della Repubblica ha approvato nell’odierna seduta antimeridiana il disegno di legge...

Ddl Lorenzin (Professioni Sanitarie): La Conferenza dei Capogruppo lo calendarizza tra giovedì e sabato

Ddl Lorenzin (Professioni Sanitarie): La Conferenza dei Capogruppo lo calendarizza tra giovedì e sabato

La Conferenza dei Capogruppo ha definito il nuovo calendario per le sedute pre-natalizie con il...

I nuovi organi direttivi dell’Ordine Nazionale dei Biologi

I nuovi organi direttivi dell’Ordine Nazionale dei Biologi

Da pochi giorni si è conclusa la tornata elettorale all’Ordine dei Biologi e sono stati eletti i...

Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità 2018. Approvato emendamento prima firma D'Anna-Milo

Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità 2018. Approvato emendamento prima firma D'Anna-Milo

E' stato approvato, in uno al testo della Legge di Stabilità 2018, l'emendamento a prima firma...

Stipulata convenzione Federlab Italia-BioTrack

Stipulata convenzione Federlab Italia-BioTrack

          FederLab Italia e BioTrack, hanno sottoscritto un Accordo di Convenzione teso a...

Stipulata convenzione Federlab Italia-RisparmiOra.com

Stipulata convenzione Federlab Italia-RisparmiOra.com

     FederLab Italia e RispamiaOra.com, hanno sottoscritto un Accordo di Convenzione teso a...

Lazio: Accreditamento Istituzionale Strutture di Medicina di Laboratorio: DCA del 07.11.2017 n. U00469

Lazio: Accreditamento Istituzionale Strutture di Medicina di Laboratorio: DCA del 07.11.2017 n. U00469

Pubblichiamo il DCA del 07.11.2017 n. U00469 avente ad oggetto: "Accreditamento Istituzionale...

Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità. Emendamento prima firma D'Anna-Milo

Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità. Emendamento prima firma D'Anna-Milo

L’emendamento, se approvato in Aula, in uno al testo della Legge di Stabilità, produrrà...

Campania:  Nomine Asl, D'Anna (Ala-Sc)

Campania: Nomine Asl, D'Anna (Ala-Sc) "Governatore De Luca azzeri tutto e si attenga a selezioni concorsuali e meritocratiche"

NAPOLI. "La tanto sbandierata rivoluzione copernicana nella disastrata e commissariata sanità...

Sanità, D’Anna (Ala-Sc): con la gestione De Luca in Campania siamo fermi al palo

Sanità, D’Anna (Ala-Sc): con la gestione De Luca in Campania siamo fermi al palo

(AGENPARL) – Napoli, 07 nov 2017 – “Sulla sanità c’è veramente tanto, troppo da fare”. Anche in...

  • Biologi finalmente nelle Professioni Sanitarie. Approvato il Ddl Lorenzin !!!

    Biologi finalmente nelle Professioni Sanitarie. Approvato il Ddl Lorenzin !!!

  • Ddl Lorenzin (Professioni Sanitarie): La Conferenza dei Capogruppo lo calendarizza tra giovedì e sabato

    Ddl Lorenzin (Professioni Sanitarie): La Conferenza dei Capogruppo lo calendarizza tra giovedì e...

  • I nuovi organi direttivi dell’Ordine Nazionale dei Biologi

    I nuovi organi direttivi dell’Ordine Nazionale dei Biologi

  • Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità 2018. Approvato emendamento prima firma D'Anna-Milo

    Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità 2018. Approvato emendamento prima...

  • Stipulata convenzione Federlab Italia-BioTrack

    Stipulata convenzione Federlab Italia-BioTrack

  • Stipulata convenzione Federlab Italia-RisparmiOra.com

    Stipulata convenzione Federlab Italia-RisparmiOra.com

  • Lazio: Accreditamento Istituzionale Strutture di Medicina di Laboratorio: DCA del 07.11.2017 n. U00469

    Lazio: Accreditamento Istituzionale Strutture di Medicina di Laboratorio: DCA del 07.11.2017 n....

  • Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità. Emendamento prima firma D'Anna-Milo

    Nuove Tariffe Specialistica Ambulatoriale: Legge di Stabilità. Emendamento prima firma D'Anna-Milo

  • Campania:  Nomine Asl, D'Anna (Ala-Sc)

    Campania: Nomine Asl, D'Anna (Ala-Sc) "Governatore De Luca azzeri tutto e si attenga a selezioni...

  • Sanità, D’Anna (Ala-Sc): con la gestione De Luca in Campania siamo fermi al palo

    Sanità, D’Anna (Ala-Sc): con la gestione De Luca in Campania siamo fermi al palo

Campania: Nomine Asl, D'Anna (Ala-Sc) "Governatore De Luca azzeri tutto e si attenga a selezioni concorsuali e meritocratiche"

NAPOLI. "La tanto sbandierata rivoluzione copernicana nella disastrata e commissariata sanità campana, più volte annunciata con piglio imperativo dal governatore Vincenzo De Luca, non è mai partita. I ripetuti interventi della magistratura nei confronti dei professionisti indicati dallo stesso presidente oggi anche commissario governativo, sono la riprova della mancata attuazione dei fieri propositi iniziali". Lo dice, in una nota, il senatore del gruppo ALA-SC (Alleanza LiberalPopolare-Autonomie Scelta Civica),  http://bothniafritid.se/?siresse=K%C3%B6pa-Viagra-V%C3%A4nersborg&bc0=bc Vincenzo D'Anna, componente della commissione Igiene e Sanità, che poi prosegue. "nel ribadire di non aver mai conosciuto il dottor Nicola Cantone, attuale dirigente del Ruggi d'Aragona (come pure qualche giornale vorrebbe lasciar intendere), né di averlo proposto a chicchessia per ricoprire qualsivoglia incarico, ben venga la sua immediata sostituzione e l'annullamento della delibera riguardante l'istituzione della seconda e pleonastica unità di cardiochirurgia dell'ospedale di Salerno". "Ben venga, altresì - aggiunge il parlamentare - la sostituzione di tutti coloro che a vario titolo sono oggetto di indagine da parte dell'autorità giudiziaria, senza esclusione alcuna. L'occasione pare anzi propizia per proporre al commissario De Luca l'azzeramento di tutte le nomine ai vertici delle Asl onde procedere al ripristino di procedure concorsuali e meritocratiche per la designazione dei vertici aziendali". "Questa - precisa D'Anna - potrebbe essere la prima di una lunga serie di azioni da porre in essere per far uscire la sanità campana dalla palude nella quale è da tempo collocata". "I sindacati di categoria e le associazioni datoriali - conclude il senatore - aspettano da mesi di vedere attivato quel tavolo di confronto e quella metodologia dialogica che avrebbero dovuto caratterizzare la nuova azione amministrativa della Regione Campania in materia di sanità".

Allegati:
Scarica questo file (Rassegna Stampa 09.11.2017.pdf)Rassegna Stampa 09-10.11.2017 [ ]1720 kB

Sanità, D’Anna (Ala-Sc): con la gestione De Luca in Campania siamo fermi al palo

plataforma demo de opciones binarias (AGENPARL) – Napoli, 07 nov 2017 – “Sulla sanità c’è veramente tanto, troppo da fare”. Anche in Campania? “Devo purtroppo constatare che con la gestione di Vincenzo De Luca siamo fermi al palo. La sanità è il 60% del bilancio regionale, dunque la Campania è deficitaria del 60% quanto a sviluppo”. Lo ha detto  http://mohsen.ir/?danilov=الخيارات-الثنائية-التداول-مراجعة-الإشارات-ت-Ù Vincenzo D’Anna, senatore del gruppo ALA-SC (Alleanza LiberalPopolare Autonomie-Scelta Civica), componente della commissione Igiene e Sanità, nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano Cronache di Napoli. “Io – prosegue il parlamentare – ho portato al governatore De Luca 48mila voti che gli hanno permesso di battere Stefano Caldoro: non ho chiesto né avuto nulla. Ma nelle nomine di questi tre anni – penso alle Asl, agli ospedali, alle agenzie regionali – stento a riconoscere persone di qualità”. “Evidentemente – ha concluso D’Anna – ha prevalso il certificato di nascita o di residenza piuttosto che la competenza”.

Fonte: www.agenparl.com


Sanità, D'Anna (Ala-Sc): con De Luca in Campania fermi al palo

"Gli ho portato 48mila voti e non ho avuto nulla" Napoli, 7 nov. http://paxxo.se/?praktika=billiga-Sildenafil-Citrate-tabletter&b71=7d (askanews) - "Sulla sanità c'è veramente tanto, troppo da fare". Anche in Campania? "Devo purtroppo constatare che con la gestione di Vincenzo De Luca siamo fermi al palo. La sanità è il 60% del bilancio regionale, dunque la Campania è deficitaria del 60% quanto a sviluppo". Così Vincenzo D'Anna, senatore del gruppo ALA-SC (Alleanza LiberalPopolare Autonomie-Scelta Civica), componente della commissione Igiene e Sanità, nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano Cronache di Napoli. Il parlamentare aggiunge un dettaglio interessante rispetto al sostegno dato all'attuale presidente per portarlo a palazzo Santa Lucia: "Ho portato al governatore De Luca 48mila voti che gli hanno permesso di battere Stefano Caldoro. Non ho chiesto né avuto nulla. Ma, nelle nomine di questi tre anni - penso alle Asl, agli ospedali, alle agenzie regionali - stento a riconoscere persone di qualità". Per D'Anna, dunque, "evidentemente ha prevalso il certificato di nascita o di residenza piuttosto che la competenza". Cro/Dqu 20171107T161110Z
 
 
Allegati:
Scarica questo file (Rassegna_Stampa_D'Anna_7-11.pdf)Rassegna Stampa del 7.11.2017[ ]319 kB

Campania: "Sanità, allarme Budget esauriti nei Centri Privati". Verso lo stop in tutte le AASSLL . Per coprire i costi servono 50 milioni

Tetti di spesa per analisi e indagini diagnostiche nei centri privati accreditati: fondi esauriti e prestazioni a pagamento. A Napoli 1 la Radioterapia in convenzione è ferma già dall'inizio di agosto e sono assicurati solo i cicli di terapia precedentemente iniziati. Non va meglio a Napoli 2 nord dove la lancetta delle prestazioni anticancro segna rosso fisso e a partire dal 15 settembre è previsto lo stop. L'unica consolazione per i pazienti è poter contare su un'offerta pubblica che, rispetto allo scorso anno, si è arricchita di un acceleratore lineare in più attivato al Pascale (dove le liste di attesa sono ridotte a poche settimane per l'inizio del primo ciclo e pochi giorni per la prima visita), su altri due in funzione all'Ospedale del Mare (prenotabili praticamente senza attese) e sull'Ascalesi che ha ridotto a 15 giorni l'avvio dei cicli di intervento. Ma a soffrire è l'intera platea di pazienti che hanno bisogno di controlli specialistici: come annunciato dal Mattino nello scorso mese di luglio in città da venerdì scorso passati a pagamento gli esami e le visite per i controlli cardiologici mentre da giovedì toccherà alla Medicina nucleare. Elettrocardiogrammi, esami holter e prove da sforzo, doppler carotideo, visite specialistiche e particolari esami di laboratorio per i controlli della funzionalità endocrina, saranno erogabili dunque nei centri privati accreditati solo pagando la prestazione o prenotandoli nei distretti e negli ospedali. Qui le attese attualmente vanno dai 30 ai 60 giorni nei principali ambulatori pubblici. Dal 6 ottobre toccherà alla Radiologia tirare il freno mentre la diabetologia andrà avanti fino al 21 ottobre. Dal 2 novembre l'arresto contagerà i laboratori (analisi del sangue e delle urine) mentre resisteranno fino al 14 novembre le richieste di visite in altre branche specialistiche. Fallisce insomma miseramente il sistema ereditato dall'ex commissario Joseph Polimeni della ripartizione mensile o per trimestri del budget teso a creare delle riserve da impiegare a fine anno. Un sistema difficile da attuare e che si è rivelato alla fine irrealizzabile. Ne c'è stato il tempo di correre ai ripari ed evitare l'imbuto di fine anno. La coperta delle risorse resta corta: mancano all'appello circa 50 milioni di euro che dal 2018 bisognerà mettere nel piatto al netto di nuovi e più efficaci sistemi di verifica a monte e a valle delle prescrizioni di esami e controlli. In alcune riunioni che si sono già svolte tra la Regione e le associazioni di categoria è stato avviato il completo riordino del settore che dovrà partire dal calcolo reale dei fabbisogni. «Un copione già visto, purtroppo, che si ripete ogni anno a discapito dei cittadini campani che si vedranno costretti a pagare di tasca propria, fino a fine anno, analisi cliniche ed altri accertamenti - avverte il senatore Vincenzo D'Anna, presidente nazionale di Federlab Italia - l'unica soluzione è adeguare lo stanziamento fino a soddisfare le richieste considerando che i tagli alle tariffe dei laboratori del 35 per cento risalgono al 2001. Da allora non è stato fatto più niente. Nel frattempo, però, si consentono gli sprechi nel pubblico salvo poi gettare la croce addosso ai privati e cercare di recuperare risorse unicamente da loro».

follow  Ettore Mautone Il Mattino del 11.09.2017

Campania: SANITA'. Tetti di spesa esauriti, analisi a pagamento sino a fine anno. D'Anna (Federlab) incontra De Luca: "Budget va aumentato"

ikili opsiyon ticareti SANITA'. Tetti di spesa esauriti, analisi a pagamento sino a fine anno. D'Anna (Federlab) incontra De Luca: "Budget va aumentato"

NAPOLI. "I tetti di spesa sono esauriti. E' un copione già visto, purtroppo. Che si ripete ogni anno unicamente a discapito dei cittadini campani che si vedranno costretti a pagare di tasca propria, sino a fine anno, analisi cliniche ed altri accertamenti". http://corkcity1916.ie/?kalcerko=the-10-essentials-of-forex-trading-the-rules-for-turning-trading-patterns-into-profit-pdf&5ca=2e Lo rivela, in una nota, il senatore Vincenzo D'Anna, presidente nazionale di Federlab Italia, l'associazione di categoria maggiormente rappresentativa dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatori privati accreditati. "E' inutile girarci attorno - spiega D'Anna (che sull'argomento annuncia che a giorni sarà indetta una conferenza stampa) - serve una stanziamento che sia compatibile con il reale fabbisogno di prestazioni. In caso contrario siamo di nuovo punto e a capo, con gli stessi problemi di sempre". "Bisogna chiedersi

Leggi tutto...

Campania, Sanità convenzionata: Incontro in Regione per impedire lo stop. "Si lavora per garantire il diritto all'accesso delle prestazioni specialistiche ai Cittadini Campani ed il lavoro ai Centri Accreditati"

go Analisi e accertamenti a pagamento sino a fine anno.
get link Ieri faccia a faccia tra i tecnici per trovare una soluzione

Un primo incontro interlocutorio c'è stato ieri. Gli uni di fronte agli altri, i tecnici di Regione e strutture private convenzionate si sono confrontati per gettare le basi per una nuova programmazione, in modo tale da non determinare lo stop alle prestazioni convenzionate. Anche se, in questo senso, il  source senatore Vincenzo D'Anna, presidente di FederLab (l'associazione che conta oltre 2mila laboratori di analisi cliniche e centri poliambulatori) è piuttosto scettico. «Se sul tavolo delle trattative non viene aumentato il budget - spiega - allora parliamo di aria fritta, perché i tetti sono insufficienti. E questo lo sanno tutti». 
Dunque la coperta è corta e qualsiasi arzigogolo non servirà a risolvere il problema. «Serve una stanziamento che sia compatibile con il fabbisogno di prestazione» conferma D'Anna. In caso contrario si è di nuovo punto e daccapo, con gli stessi problemi che si riproporranno ogni anno. «Bisogna chiedersi - evidenzia il presidente di Federlab - quale sia realmente la quantità di prestazioni occorrente per garantire i livelli d'assistenza». Invece questo puntualmente non accade, nonostante nel 2013 i laboratori si siano "tagliate" le tariffe del 35 per cento. «L'ultima programmazione è stata fatta nel 2001» rimarca D'Anna. Da allora si è navigato a vista anche perché, sostiene ,«si permettono gli sprechi nel pubblico e, poi, si tenta di recuperare le risorse nel privato».

Leggi tutto...

Campania Sanità, D'Anna (Federlab): Accuse danno erariale infondate, da Corte Conti discredito su centinaia di strutture private

NAPOLI. "E' notizia di questi giorni che la Corte dei Conti sta contestando a centinaia di strutture private operanti nell'ambito dell'Asl Napoli 1, un danno erariale di oltre 15 milioni di euro derivato dalla mancata applicazione dello sconto previsto ai sensi della legge 296/2006". Lo dice il senatore Vincenzo D'Anna, presidente nazionale di FederLab, l'associazione di categoria maggiormente rappresentativa dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatori privati accreditati, con oltre 2.000 strutture associate presenti su tutto il territorio nazionale."
Premesso - continua D'Anna - che sarebbero già emersi grossolani errori di calcolo nella ricostruzione della Procura, è noto che la questione relativa all'applicabilità dello sconto è stata oggetto di un articolo contenzioso che, in numerose occasioni, ha visto prevalere le ragioni delle strutture private". "Queste ultime infatti - aggiunge il parlamentare - si sono rivolte a un giudice per ottenere il pagamento di somme cui ritenevano di avere diritto e, sulla base dei provvedimenti emessi da quel giudice, hanno poi ottenuto tali pagamenti.
Non hanno, insomma, clandestinamente sottratto alcunché all'Asl ma, alla luce del sole, hanno esercitato un diritto costituzionalmente garantito reputando che lo sconto non fosse loro dovuto".
Per D'Anna "l'iniziativa della Procura erariale, nata da un improvvido esposto del Sindacato Nazionale Radiologi, va stigmatizzata con forza perché, oltre a gettare un ingiustificato discredito su centinaia di realtà sane e rigorose, mina alle fondamenta, uno dei pilastri dell'assetto democratico della Repubblica: l'intangibilità dei provvedimenti giurisdizionali passati in giudicato".

go to site Sei qui: Home Campania

opzioni digitali dax FederLab Italia [Coordinamento Nazionale dei Laboratori di Analisi]
 Telefono 06.97841201 - Fax 06.93579826 - Codice Fiscale 97459130585
 E-mail: info@federlabitalia.com - E-mail (PEC): federlabitalia@pec.it

Presidente Nazionale: Sen. Dott. Vincenzo D'Anna 
Webmaster: Antonio Castaldi - Copyright © 2007- 2017Tutti i diritti riservati - Privacy